Passo Lavazè riflessioni, impressioni e ricordi a 1808 metri di quotakiasma@kiasma.it

C’era una volta


L’idea di realizzare un sito su Lavazé non è nuova, è da diverso tempo che ci penso. La mia è una passione per i luoghi, ai quali associo moltissimi ricordi, luoghi in cui spesso cerco ancora rifugio. Ritengo che il blog fotografico sia la dimensione giusta, anche perché molto soggettiva. Cercherò tuttavia, ove possibile, di mantenere un taglio obiettivo nelle descrizioni.

Passo Lavazé, 1808 m.s.l.m. ha una sua storia, raccontata a sprazzi dalle foto appese nei vari – pochi – locali del passo.
Questa era stata scoperta da mio padre in un vecchio libro, grazie a lui una riproduzione era stata appesa nello Sport Hotel Lavazè (l’edificio che vedete sullo sfondo nella foto è un suo antenato) durante la gestione Nicodemo. Sia l’ingrandimento dello Sport Hotel che – ahimé – il libro, non si trovano più.
Il soldato (austriaco?) in zattera su di un laghetto insolitamente pieno. Sullo sfondo si riconosce il Corno Bianco con la prima neve. 1915 ca.

Ich denke, dass ist eines der ersten bekannten Fotos vom Lavazé-Joch überhaupt. Es stammt aus der Zeit bevor das Gebiet im Jahre 1919 an Italien überging.

One of the most ancient known pictures of Passo Lavazè…

Share on Facebook

3 Responses to C’era una volta

  1. Pingback: Passo Lavazé » Archive » Prima della Grande Guerra

  2. Pingback: Passo Lavazè » Archive » Cartolina del ’29

  3. Pingback: Passo Lavazè » Archive » Passo Lavazè, Austria

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categories