Satelliti – big audio dynamite!!!

Ho sempre provato un senso di repulsione all’idea di praticare attività sportiva esterna con le cuffiette. Se sei all’aria aperta, approfittane, ascolta la natura, i tuoi pensieri, il tuo passo!!!
Non sono mai stato nemmeno troppo appassionato del walkman e delle sue evoluzioni più moderne…
Da settembre tutto questo è cambiato: sono tornato a fare il pendolare e da oggi potrei rimettermi a scrivere recensioni di app musicali per android, di qualità cuffie e, perchè no, considerata l’esperienza maturata negli anni, musicali. Ma di queste il mondo è pieno. Quindi qui mi limito a ribadire di aver scoperto l’album dell’anno, o almeno il mio album dell’anno (non ultimo perché ci troviamo di fronte ad un concept album, merce rara di questi tempi), da ascoltare preferibilmente in cuffia: Transister dei Satelliti. Dovendo raccomandare un brano, mi sento di segnalare Bright Tunnel, 10 minuti di crescendo, che spero ve li faccia apprezzare. I Satelliti in questi giorni stanno affrontando un tour inglese – questa sera aprono il concerto dei britannici Vessels, altro gruppo al centro dei miei ascolti in questo periodo – non posso che augurar loro di trovare la giusta considerazione. Nell’elemento di testa, la title track dell’ultimo album dei Satelliti.

I Satelliti presentano Transister


Sabato scorso l’instancabile Vanja Zappetti ha portato a Bolzano i Naked Truth, eclettica band, come dire, di un altro pianeta, se rapportata alla pur ricca proposta musicale media di Bolzano. Il motivo principale che mi ha portato al Pippo sono stati i Satelliti – ovvero Marco Dalle Luche (tastiere, computer ed effettistica varia) ed Andrea Polato (batteria) – freschi di nuovo album uscito per la Chuckundoo Records, che in queste settimane riscuotono buoni consensi sul web. Che dire? ottima impressione. Forza Satelliti!!!