Mola’s tech blog

E’ notte fonda. Nelle ultime 24 ore ho investito del tempo per ragionare e mettere a punto un nuovo blog wordpress: Till’s tech blog.
Vorrei infatti inoltrare sul blog il meglio di quanto mi arriva sullo smartphone sotto forma di newsletter o notifiche, e la app di wordpress mi dava l’illusione di poter gestire tutto comodamente da dispositivo mobile. Salvo poi scoprire (ci potevo arrivare anche da solo, lo ammetto) che i post avrebbero potuto ospitare pubblicità e solo pagando potevo farla sparire…
Alla fine sono giunto alla conclusione che mi conviene puntare su questo blog, al quale ho aggiunto la categoria Mola’s tech blog – nella speranza/consapevolezza di ricevere supporto dalla famiglia Mola (in senso ampio – siamo in tanti).

Le motivazioni per il blog (o meglio, per questa sezione) sono semplici: da anni sono appassionato di tecnologia user friendly a portata di portafoglio. E spesso sono proprio amici e conoscenti a suggerirmi la creazione di un blog tematico, su cui condividere riflessioni ed esperienze. Per questo motivo ho deciso, con il 2018, di lanciarmi in questa nuova avventura. Non mancheranno le condivisioni di promozioni in atto, riprese da siti e newsletter.

E rovistando tra le bozze, scopro che la categoria avrei potuto crearla già nel 2014, anno in cui ho cominciato ad appassionarmi di modding, campo in cui sono rimasto un principiante, in quanto legato alle necessità personali impellenti.

Titolo: Forma mentis per Android (scuola di modding) (2014)

Meglio arrivarci tardi, che non arrivarci affatto.
Lo ammetto: fino ad una settimana fa non sapevo cosa fosse il modding: ovvero la personalizzazione del sistema operativo dei dispositivi android. Sono in possesso di un vecchio Samsung Galaxy Ace ed ero lì lì per mandarlo in pensione, prevedendone un semplice uso multimediale. Invece sono riuscito a recuperarlo, non ultimo grazie alla Rete, dove si trova di tutto, istruzioni passo passo comprese (ma sono compresi anche i momenti di sconforto – nessuno nasce campione 😉   ).

(…)

La Musica DeDentro (2)

Mercoledì 6 dicembre sarà il primo mercoledì del mese. Per gli ascoltatori de La Muisca Dentro questo significa che è tempo di Debaser! G e Turkish si confronteranno con la squadra de LMD sulla playlist degli ascolti più apprezzati dell’ultimo mese. Vi aiuto, questa! Nessuno è in grado dio determinare a priori come andrà a finire. Sintonizzatevi: a Bolzano sui 98.400 in FM oppure su internet collegandovi al sito www.radiotandem.it.

Le corde del folk a La Musica Dentro

LMDFoto_Marco_2wUn’indagine sugli strumenti a corda nel folk americano, in una manciata di ascolti indisciplinati In compagnia di Federico Minzoni degli Hillbilly to Bluegrass riscopriamo i suoni dei cordofoni tradizionali statunitensi, al di là dell’onnipresente chitarra: autoharp, banjo, dulcimer e molto altro ancora, in registrazioni vecchie e nuove.
L’appuntamento è per mercoledì 22 novembre dalle ore 21 sui 98.400 di Radio Tandem (possibilità di ascolto in streaming tramite app Tune In Radio o simili).
Conducono Marco, Woody e Till

Foodstock – La Musica Dentro tra musica e cucina

In una delle prime stagioni de La Musica Dentro, Monika Callegaro descrive per la prima volta la modalità della proposta musicale di noi conduttori con “cuciniamo in diretta”, per dire che la musica la si decide lì per lì… un elemento divenuto, con il passare delle stagioni (radiofoniche), ormai una sorta di “marchio di fabbrica”
Mercoledì in studio saremo quattro conduttori: Marco, Woody, io e… Monika Callegaro. Monika cui sarebbe piaciuta una sfida a suon di proposte musicale. Dopo una breve consultazione ci siamo decisi di dedicarwe una puntata al tema “musica e cucina”. E chi si sintonizzerà sui 98.400 di Radio Tandem mercoledì 15 novembre sera (o aggancerà lo stream di www.radiotandem.it) potrà giudicare come funzioniamo come cuochi…

Generazioni a confronto. Fabio Raffaelli a La Musica Dentro il 25 ottobre

E’ bello trovarsi a trasmettere con Woody e Marco Ambrosi. E’ tuttavia una sensazione strana considerare che ci siamo conosciuti a Radio Tandem nella seconda metà degli anni ’80. E, a pensarci bene, gli ospiti passati per la trasmissione sono quasi tutti grandi (+ o – 10 anni, rispetto ai nostri 50). Tra i più giovani ospiti c’è stato Patrick “Pato” Vegas (questa la sua trasmissione), oppure Zaira Farina (qui) o Denise Scuba Juba Wilson (qui), solo per citarne alcuni, ma sono sempre pochi.

FabioRPer questa terza puntata abbiamo deciso di ospitare Fabio Raffaelli. Gli ascoltatori di Radio Tandem ne conoscono la trasmissione “Alti e Bassi”, condotta insieme a Diego Nicolè,  in onda il lunedì sera (questo il link al loro canale Mixcloud). Ebbene Fabio ha cominciato a fare radio tre anni fa e si è avvicinato con modalità simili a quelle con cui ci siamo avvicinati noi vecchi (ma giovani nello spirito – si dice così 😉 ) qualcosa come trenta anni fa.

Ogni anno La Musica Dentro estende l’invito a partecipare ai conduttori di ieri ed oggi, e quest’anno hanno dato la disponibilità di massima già alcuni personaggi che continuano a ruotare intorno alla radio. In un certo senso Marco Baroni, ospite la settimana scorsa, è anche uno di loro. Oltretutto l’ospite nerd, in questo caso super tecnologico, sarebbe potuto essere anche un ospite della trasmissione di Fabio e Diego.
A Fabio abbiamo chiesto di presentarsi…
Studente di Filosofia. Folgorato da un gruppo che non se lo fila nessuno. Legge e guarda film. Prova a suonare. Tenta la via radiofonica spalmandoci il suo lato nerd. Come tanti, non ha le idee chiare su dove si vede fra un anno.
Noi de La Musica Dentro proveremo a conoscerlo anche attraverso le sue passioni, soprattutto musicali…
L’appuntamento è per mercoledì 25 ottobre alle ore 21, sui 98.400 di Radio Tandem.

Sarà Macao l’ospite di questa settimana a La Musica Dentro

Macao
Il 24 maggio 2017, Radio Tandem festeggia i suoi (primi) 40 anni. Dalle 18 alle 21 verrá presentato il libro sulla storia della Radio, scritto da Paolo Crazy Carnevale ed edito dalla Riff Records di Paolo Izzo – che qui voglio ringraziare per la fantastica idea. Entrambi saranno ospiti de La Musica Dentro, mercoledì 31 maggio.
Ms la Radio, anche in questa ricorrenza non si ferma. La Musica Dentro andrà regolarmente in onda, e sono lieto di annunciare la presenza in trasmissione di un personaggio che ha fatto la storia della musica rock di Bolzano: Macao!
Macao, al secolo Antonio Timpone, fu tra coloro che miseroo in piedi La Stanza, una sala prove che è diventata fondamentale nella vita musicale cittadina negli anni settanta, ottanta e oltre, in quanto negli anni si è rivelata autentica fucina di talenti. Macao è tra i fondatori del gruppo La Stanza, ma ha militatro anche nella Rock-Keller Band, nella Wonderful Band e, dal 1996 nei Modo. Da allora sono passati altri 20 anni e Macao ancora non ha smesso ;-).
Woody ed io cercheremo di capire la sua musica dentro, e speriamo di riuscire a rievocare un pezzo di storia del rock della nostra città. L’appuntamento è alle ore 21 di mercoledì 24 maggio sui 98.400 di Radio Tandem. Possibilitá di ascoltare la trasmissione in streaming dal sito www.radiotandem.it.

Piergiogio Veralli a La Musica Dentro il 26 aprile

veralli

Mercoledì 26 aprile, La Musica Dentro ospita Piergiorgio Veralli. Prima di ogni trasmissione, Woody ed io siamo soliti chiedere all’ospite una breve scheda di (auto)presentazione… L’appuntamento è per mercoledì sera dalle ore 21 sui 98.400 in FM (a Bolzano e in Bassa atesina) di Radio Tandem (possibilità di ascoltarla in streaming).
Piergiorgio Veralli, 50 anni mal portati, è un giornalista della sede Rai di Bolzano con la passione della musica. A dieci anni, accumulando le prime “paghette”, riusciva a comprare il suo primo 33 giri, Revolver dei Beatles (uscito 10 anni prima). Ancora oggi lo considera il suo punto di riferimento ineguagliabile, anche se ne ha provocato l’isolamento sociale, visto che i suoi coetanei in quegli anni ascoltavano quasi solo discomusic o cantautori noiosissimi. Da adolescente comincia a strimpellare la chitarra, ma solo in età adulta (pieni anni ’90) fonda il suo primo e unico gruppo, Morisco, con Massimo “Woody” Giomi, Bobby Gualtirolo, Gigi Grata e Francesca Russo, la cantante che poi sposerà e con la quale continua ancora oggi a scrivere canzoni (solo in italiano) e a esibirsi sporadicamente (ha infatti il terrore di suonare in pubblico). Ascolta di tutto (compreso musica antica, classica, operistica e qualche mostro sacro del jazz) ma tollera a fatica metal e finto etnico. Non disprezza la musica commerciale, ma è felice quando scopre qualcosa che gli piace e che resta sconosciuto al grande pubblico.