ADSL – cambiare è un’odissea

Pensavo di essere uno dei pochi. Dopo avere, ca 2 anni fa, sottoscritto la tariffa flat di Tele 2 a 29,95 Euro al mese, mi ero deciso a passare ad un contratto a 4 Mega Flat, al prezzo di 28,95. Dopo un’attesa sfiancante al call center di Tele 2, apprendo che per modificare contratto devo pagare 50 Euro. Faccio notare che potrei uscire dal contratto in ogni momento, dato che ho superato i 12 mesi di contratto minimo, ma l’operatrice risponde imbarazzata: “lo so signore ma è così che le devo rispondere”.
Dopo aver appreso che un amico è stato senza ADSL per 3 mesi dopo avver chiesto il cambio di operatore, ho desistito. Oggi apprendo dal Punto Informatico che sono in buona compagnia. Cliccate qui per leggere l’articolo!

Sergio Messina e gli Elio ELST su Fattore K – 3

E’ online da qualche ora, la terza trasmissione di Fattore K. Il sommario, con il senno di poi, non è stato rispettato del tutto, ma questo è anche il bello della diretta (il mercoledì dalle 18 alle 19 su Tadio Tandem, Bolzano). Nella prima parte ho presentato alcuni dei brani presenti sul sito di Sergio Messina abbinati ad una sua intervista ad EsseOttoRadio sul copyright.
Nella seconda parte della trasmissione è intervenuto Marco Conforti, manager degli Elio, che ha illustrato come il gruppo abbia saputo sfruttare le nuove tecnologie per promuovere e vendere la propria musica al pubblico eliminando gli intermediari ed abbassando i costi.
Per abbonare il podcast è necessario inserire il codice “http://www.kiasma.it/podcast/podcast.php” nei programmi, come p.es. iTunes, che fungono da podcatcher.
Il podcast è ascoltabile anche direttamente attraverso il browser (ma solo se avete un collegamento ad internet con banda larga). All’indirizzo http://www.kiasma.it/podcast potete ascoltare il file audio (è richiesto il plug-in Flash). Troverete anche tutti i link alle situazioni citate.

Fattore K- cosa c’è stasera

Confermata la durata della trasmissione e del podcast: 55 minuti. Dalle 18 alle 19 sono in onda sulle frequenze di Radio Tandem (dalle 18.30 alle 18.35 c’è il GR breve di Popolare Network). Sentirete parlare di musica: proporrò una intervista rilasciata da Sergio Messina ad Esseottoradio nel 2004 sul futuro della musica libera in rete. La ritengo ancora di grande attualità.
Insieme a Marco Conforti, manager degli Elio e Le Storioe Tese, presenterò il modello di marketing del gruppo, forse l’unica realtà indipendente italiana che sia riuscita a conquistarsi una fetta di mercato sfruttando le nuove tecnologie (instant-cd, instant DVD, commercializzazione tramite “rossoalice” ed accordi con l’iTunes Music Store).
La cosa curiosa è che “trattando” sulle musiche da mandare in onda, ci si è resi conto che non basta l’ok formale alla messa in onda sul podcast da parte dell’artista (o comunque della società che ne amministra i diritti), ma ci deve essere un ok da parte della SIAE. Motivo per cui, dal punto di vista della scelta musicale, rinuncerò ai classici degli EELST (avevo preparato “John Holmes”, “Servi della Gleba”, “Cara ti amo” e “Litfiba tornate insieme”) concentrandomi sulle parole e sulla musica libera reperibile in rete (prevalentemente licenziata Creative Commons, con aperture tali da consentirmi la messa in onda).
Per spiegare meglio il problema sorto sulla musica degli Elio relativamente al mio podcast, ho isolato un altro brano di Marco Marandola, su cosa la SIAE può e cosa no.
Lo stesso Marco Conforti mi ha suggerito di rivolgermi alla SIAE ipotizzando l’esistenza di una licenza specifica SIAE per i podcast. Una cosa che conto di approfondire per una delle prossime trasmissioni, ma non subito.

Fattore K – un primo bilancio

Sono lusingato per i vari messaggi di apprezzamento per Fattore K arrivati via mail. La formula di allungare la trasmissione a 55 minuti parrebbe funzionare, anche se implica una preparazione maggiore (in origine volevo dedicare solo uno spazio/rubrica della mia trasmissione su radio Tandem alla tematica): di musica licenziata Creative Commons il web è pieno, ma non di podcast con esplicita licenza CC (quelli a cui attingo sono elencati alla voce Podcast nei link (colonna sinistra di questa pagina). Trattando la mia trasmissione di tematiche legate al diritto d’autore in rete, è fondamentale che i contenuti siano in sintonia con i propositi di Fattore K. Da un punto di vista pratico mi farebbe comodo attingere ad altri podcast – sono molti – ma non tutti hanno una esplicita licenza d’uso, per cui la notte mi tocca navigare in internet alla ricerca di singoli tasselli che poi io possa utilizzare per la trasmissione (tbc).

Finanziaria 2006. Tagli considerevoli al FUS.

E’ un classico. Per recuperare soldi in maniera facile e possibilmente invisibile (ovvero dove l’opinione pubblica lo nota meno), il nostro governo ha deciso di ridurre ulteriormente il FUS, il Fondo Unico per lo Spettacolo, il cui ammontare ogni anno subisce un netto taglio.
Pensate che pure un Buttiglione, ministro dei beni e delle attività culturali ha osato esprimere le sue perplessità sui tagli, che ovviamente riguardano anche altri settori: “io non sono abbastanza bravo per realizzare le finalità istituzionali del ministero con i fondi attualmente previsti, forse ci sarà un mago dell’economia culturale che riuscirà a farlo” (fonte Repubblica).
Il taglio del Fus previsto dalla Finanziaria 2006 prevede che i 464 milioni di euro stanziati lo scorso anno (molti di meno rispetto all’anno precedente) si riducano a 300.
I tagli complessivi che riguarderanno le biblioteche e gli archivi ammontano a circa 45 milioni di euro.
Su una manovra da 20 miliardi di euro, tagliare 160 milioni potrebbe apparire come irrilevante, eppure rappresenta un taglio del 35% del budget della cultura.
L’Italia investe nella Cultura in totale solo lo 0,2 per cento del Pil, e in questo siamo gli ultimi in Europa: il Portogallo ha lo 0,9 per cento, la Francia l’1,3 (notizia presa da qui).

Fattore K – online la seconda puntata

E’ online da qualche ora la trasmissione di mercoledì 19 ottobre. Sono molto soddisfatto per come sia venuta la trasmissione, interamente dedicata al podcast (la volta scorsa il podcast non era che una rubrica). Ringrazio Wang Inc per aver accettato di essere ospite nella mia trasmissione durante la sua breve permanenza a Bolzano, e Mario Mattioli di Semitono Podcast per il suo prezioso aiuto. Suo lo stacchetto integrato nella mia sigla.
Il podcast di Fattore k è abbonabile attraverso i software come iTunes ed iPodder inserendo il feed
http://www.kiasma.it/podcast/podcast.php
E’ anche ascoltabile via Http (è però richiesto il plug-in flash)collegandosi con kiasma.it, selezionando la voce “podcast” – la pagina contiene anche vari link ai siti di cui si è parlato in trasmissione.

Fattore K – 2

Archiviata la prima puntata, sto preparando la seconda. L’obiettivo è quello di concentrarmi sul tema che ho dato al podcast, ovvero il diritto d’autore in rete. Quindi si parlerà di musica, di diritto d’autore e di come gli artisti si rapportano a questa tematica. Introdurrò l’argomento con degli estratti audio di esperti che spiegano cosa si intende per copyleft e quali siano i problemi della SIAE a rapportarsi con l’idea del “some rights reserved” (contrapposto al “all rights reserved”). Ci parlerà del suo modo di utilizzare e sfruttare la rete Wang Inc, artista elettronico che – per dirla con le sue parole – vuole portare i suoni della musique concrète, nella cultura musicale dance e viceversa. Ha suonato nei festival elettronici – tipo “Dissonanze” giusto affinché vi possiate fare un’idea – di mezza Europa. Per chi è a Bolzano, l’appuntamento è sui 98.4 in FM di Radio Tandem a partire dalle ore 18 di mercoledì 19 ottobre. Per tutti gli altri l’invito è di visitare il mio podcast.
Novità anche sul fronte della durata. Tra l’intervista a Wang Inc e lo spazio dedicato alla seconda puntata di Semitono (ne approfitto per ringraziare Mario Mattioli, che ha realizzato quella che sarà la mia nuova sigla – rigorosamente utilizzando musiche licenziate Creative Commons) ne avrò per quasi un’ora, ovvero lo spazio totale a mia disposizione su Radio Tandem :-).
Nell’intervista a Wang Inc (che sarà in diretta in studio, Ore 18 sui 98.4 in FM di Radio Tandem, ma solo a Bolzano) verranno affrontati alcuni temi di cui Mario Mattioli parla nel suo blog.

Buona la prima!

Ho alle spalle la mia prima trasmissione di Fattore K. Ero a digiuno di esperienza tecnica al mixer ed il signor Murphy (quello delle leggi, per intenderci) ha fatto la sua: problemi tecnici di cuffia mentre parlavo con la conseguenza che non sempre sono riuscito a finire i discorsi iniziati. Molti anche i problemi con la registrazione, tant’è che sono dell’avviso che non può che andarmi meglio. Chi mi ha ascoltato non si è accorto di nulla. La rubrica su internet e diritto d’autore è online dalla scorsa notte nella sezione podcast del mio sito (clicca qui). Il file è solo mono, ma a 192 kbps) e la qualità della registrazione lascia un po’ a desiderare. Ci sono molte cose su cui devo lavorare: eliminare riferimenti temporali e accorciare le frasi a favore di una maggiore comprensione. Tutto sommato non può che andarmi meglio…

Fattore K – la prima

Mercoledì inizia la mia nuova avventura radiofonica. Parte Fattore K, la trasmissione radiofonica su Radio Tandem (dalle 18.05 alle 19.00, FM 98.4 per Bolzano e dintorni) ed il relativo podcast. In internet pubblicherò la rubrica dedicata al www ed al diritto d’autore in rete. Si tratta di una trasmissione zero, che mi servirà a capire se sono ancora in grado (tecnicamente) di far arrivare a casa degli ascoltatori le cose come le ho in mente. Non trasmetto da un anno, ma da almeno 5 mi sono affidato alla competenza tecnica di Mr.Alex, che in questo progetto mancherà. Inizierò da solo, ma spero di riuscire a coinvolgere altri appassionati a queste tematiche.
Dato l’orario ampiamente “pre cena”, mi soffermerò sugli appuntamenti culturali di Bolzano e dintorni. Il tutto condito dalla musica ispirata dalla lettura dei giornali. Oggi ho appreso che Leonard Cohen sta preparando un nuovo tour. A 71 anni gli tocca tornare sulle scene per finanziarsi la vita: la sua manager pare gli abbia sottratto 4 milioni di dollari (euro), peraltro in maniera legale (fidarsi è bene…). Lo stesso articolo accennava all’ex batterista dei Doors che ha fatto andare all’aria un contratto da 18 milioni di Euro con una casa automobilistica. Si tratta di concessione di diritti d’autore. I membri dei Doors avevano convenuto che per la cessione dei diritti avrebbero dovuto firmare tutti i membri della band. Così dopo l’ok di Krieger e Manzarek, mancava solo lui (John Densmore), che però ritiene la cosa poco corretta per motivi etici.
Altra fonte di ispirazione della puntata è Weekendance (.com per chi vuole visitarlo), il sito di Fabio De Luca. Diversi mesi fa fu lui ha suscitare in me l’interesse per gli LCD Sound System; ora mi ha fatto scoprire gli Zdarlight. Entrambi i gruppi saranno ospiti di Fattore K, radio ma non del podcast, in quanto non detengo i diritti… (ho in cuffia la crass version di Yeah degli LCD e non vedo l’ora di passare a Digitalism degli Zdarlight :-) )
All’interno del podcast parlerò di altri podcast. Ospite fisso sarà Semitono, una guida pratica sull’uso della musica libera o licenziata Creative Commons in rete. Trasmetterò la sua prima trasmissione, oltre ad estratti di altri podcaster. In fase di definizione la collaborazione con il gruppo di (L)eft. Insieme ad altre radio (Radio Onda Rossa, S8radio, Radioane, RadioPaz) si cercherà di realizzare un prodotto comune sulla musica libera (veramente) e sulle politiche di diffusione di questa musica, sui suoi tipi di licenza, ecc. Accennerò al progetto comune che dovrebbe partire tra qualche settimana.
Stay tuned!!!